Trasformazione digitale

La trasformazione digitale: opportunità per uscire dalla crisi

Cosa significa trasformazione digitale?

Per trasformazione digitale si indica il processo che permette di integrare le tecnologie digitali ad ogni ambito del business.

Anche detta digital transformation (in lingua inglese), è quindi l’importante e fondamentale processo che porta alla  trasformazione del modo di gestire il business e l’azienda, a livello pratico e organizzativo.

Ciò consente di avere il massimo dalle possibilità delle tecnologie digitali: il loro impatto sul mondo le rende indispensabili per stare al passo non solo con le necessità attuali delle aziende, ma, in particolar modo, con quelle future.

L’obiettivo della trasformazione digitale (sia in linea generale sia in questo momento di emergenza Covid19) è quello di essere – coerentemente con i tempi che stiamo vivendo – reattivi al cambiamento (che sia esso improvviso o frutto di un più lento processo), trasformando la crisi in opportunità.

In che modo?

Rivisitando l’offerta del proprio business, in maniera che si adatti alle esigenze mutevoli dell’utente, snellendo e velocizzando ogni parte del processo digitale.

Ecco quindi che fra i molteplici vantaggi della trasformazione digitale sulle aziende spiccano maggiore agilità e crescente innovazione, qualità indispensabili oggi per sopravvivere in un mondo altamente competitivo.


Trasformazione digitale e Business Continuity

Digital Transformation

È molto importante adottare nuovi modelli di gestione sulla base del concetto di trasformazione digitale.

Questo si può fare soprattutto attraverso l’implementazione della Business Continuity.

La Business Continuity (in italiano “continuità operativa”), è la capacità di un’azienda di continuare a svolgere il proprio servizio anche a seguito di un evento,. Questo può essere più o meno traumatico, minando la stabilità dell’intero sistema produttivo o di una parte di esso.

Non deve essere confusa, come a volte accade, col concetto di smart working: c’è infatti una differenza importante e sostanziale tra i due modelli di approccio aziendale

Come tutti sappiamo, lo smart working, letteralmente “lavoro intelligente”, è la pratica di scegliere in piena libertà il tempo e il luogo consoni per svolgere il proprio lavoro, anche da casa, focalizzandosi sugli obiettivi e risultati anziché sulle ore di lavoro.

Non rappresenta una strada diretta per l’applicazione della trasformazione digitale, ma un mero strumento tra tanti altri.

Ecco perché le aziende dovrebbero propendere per la Business Continuity, senza fermarsi al più limitativo concetto di “smart working”, incompleto dal punto di vista funzionale.

Cosa fare in caso di problemi

Infatti, in caso di problemi anche relativi a eventi inaspettati esterni (come ad esempio un’improvvisa pandemia), è importante che l’azienda sia in grado di portare avanti il Business, o, almeno, che i danni non minino gravemente (e a volte anche in maniera irreversibile), la stabilità del Business stesso.

La digitalizzazione rappresenta uno degli elementi chiave della Business Continuity, tuttavia non è l’unico. La Business Continuity infatti, come vedremo più avanti, è garantita (o comunque favorita) da un insieme di fattori ad ampio spettro che vanno dalla gestione delle risorse umane all’implementazione di risorse efficienti anche in periodi di crisi.

È il concetto di resilienza, la capacità di resistere e reinventarsi nonostante eventi traumatici.

Ecco quindi cosa può fare – in maniera pratica – l’azienda per trovarsi pronta a questo tipo di eventi e fare leva su una business continuity efficace e atta a favorire i processi produttivi attraverso la trasformazione digitale:

  • identificare i possibili fattori di rischio, i pericoli e le minacce;
  • digitalizzare al massimo i propri processi attraverso una mirata e precisa pianificazione aziendale;
  • verificare che sia garantita sempre la sicurezza per l’operatività e la capacità produttiva.

I costi della trasformazione digitale e le figure aziendali che se ne occupano

Business Continuity
Business Continuity, Trasformazione Digitale e figure aziendali

Al fine di rendere realtà concreta il processo di trasformazione digitale è necessario porsi le seguenti domande:

  1. Quali sono i costi della digitalizzazione e come si evidenziano?

I costi sono legati agli aspetti di:

  • customizzazione e implementazione della soluzione digitale;
  • conformità alle normative vigenti in italia.
  1. Quali sono le figure aziendali che si occupano di digitalizzazione?

Le figure sono molteplici. In primo piano spiccano nello specifico:

  • Il Chief Information Officer -CIO- insieme al Chief Technology Officer -CTO- che, lavorando insieme tengono aggiornati i diversi strumenti tecnologici dell’azienda e li adeguano alle diverse aree,
  • il Digital Crisis Manager. il cui compito è quello di gestire la crisi focalizzandosi su soluzioni e opportunità alternative. Il suo impatto sulla sopravvivenza dell’azienda è, ovviamente, particolarmente importante,
  • gli Sviluppatori: Web developer, app developer, software developer.

Rischi di una digitalizzazione non pianificata e strumenti per la trasformazione

I rischi di una digitalizzazione non pianificata sono quelli di andare incontro a cospicue perdite di denaro, con conseguente (e non meno importante) danneggiamento dell’immagine aziendale. Il rischio maggiore è quello di non riuscire a far fronte alla crisi, sempre più plausibile in un mondo in continuo mutamento, dove, complice l’alta competitività del mercato, il non riuscire a fare fronte a eventi violenti e inaspettati può avere conseguenze disastrose sulla stabilità aziendale.

Una digitalizzazione non pianificata porta, tra l’altro, a:

– la mancata o incompleta ottimizzazione di ogni processo;

– l’applicazione di tecnologie senza un’analisi completa dei suoi impatti reali, e senza analizzare lo stato dell’arte;

– la mancanza di reali compromessi e di partecipazione delle parti interessate;

– la grave implementazione di misure o processi contraddittori tra di loro, e perciò in contrasto con l’ottimizzazione delle risorse;

– l’insorgere di stati emotivi di paura, tanto che alcune persone possono vedere questo processo come una minaccia al loro posto di lavoro.


Grazie a moltosenso, le aziende sono in grado di velocizzare in maniera intelligente il processo di trasformazione digitale.

Contattaci per saperne di più o per ottenere semplicemente maggiori informazioni.

Un membro del nostro team si premurerà di risponderti nel più breve tempo possibile.